Novitá

La piramide decisionale - il bisogno

21 agosto 2019

Articolo a cura del nostro Dott. G. Radaelli  - Specialista in Odontostomatologia e Ortognatonzia

Nella mia pratica ormai quasi trentennale, spesso mi capita di incontrare persone che mi chiedono come mai l’approccio al trattamento odontoiatrico è molto spesso differente tra un professionista e l’altro, anche dal punto di vista economico.

Al di là di troppe valutazioni tecniche che vanno dai titoli del professionista (specialista o generico), all’esperienza dell’Odontoiatra e i Suoi investimenti nella formazione e nell’aggiornamento, alla tipologia delle attrezzature tecnologiche, al tempo che decide di dedicare a ciascun paziente; ho cercato di valutare dei criteri di approccio terapeutico che potrebbero essere adottati da noi professionisti con un reale beneficio per il paziente e quindi anche per lo studio stesso.

Occorre partire dalla PIRAMIDE DEONTOLOGICA che consiste fondamentalmente in quattro gradini:

- Il Bisogno del paziente

- Il Comfort del paziente

- Il Risparmio del paziente

-Il Profitto dello studio dentistico

IL BISOGNO

Il paziente si rivolge a noi per un reale bisogno, che non sempre è legato al dolore, ma anche alla necessità di una riabilitazione occlusale.

E’ chiaro che in questa fase è si fondamentale ascoltare il paziente con le Sue necessità ed aspettative ma è altrettanto doveroso chiedersi sempre se la nostra terapia porti un reale beneficio al paziente o se non si rischia l’ ”overtreatment”, ovvero un eccesso di cure e quindi di costi..

E qui subentra il secondo step della piramide che vi racconto nel prossimo articolo